Il 2015 si preannuncia una grandissima annata un po’  per tutti i vitigni e per tutte le regioni ma  per le varietà tardive coltivate in quota come il Magliocco dell’Alta Calabria appenninica l’occasione è di quelle da non perdere. L’andamento climatico fa sperare in uve integre e con una maturazione fenolica anticipita rispetto ad annate più fresce e piovose. Non ci sarà (forse) bisogno di arrivare ai primi di novembre e sfidare l’inclemenza climatica autunnale per avere uve capaci di vinificare rossi con un trama tannica sottile  e vellutata e bucce in grado di cedere al meglio colori e profumi

magliocco_maturazione-3

Nella foto grappoli di magliocco dolce coltivati nei vigneti dell’azienda Terre del Gufo fotografati a metà settembre 2015.

 

Insomma preparate i calici: il Magliocco 2015 regalerà grandi vini a chi saprà vinificarli e a chi saprà e vorrà apprezzarli.