La DOP Terre di Cosenza

Di recente istituzione, copre l’intera provincia di Cosenza e unifica le piccole denominazioni di origine  una volta diffuse in tutta l’area e oggi riconosciute come sotto zone.
E’ una terra vocata, caratterizzata dalla coltivazione della vite e dell’olivo sin dal tempo degli Enotri, l’antica popolazione italica che abitava il sud della Campania, la Lucania e l’Alta Calabria la cui derivazione etimologica è dalla parola greca οiνος, “vino”.
La vite è coltivata in gran parte su territorio collinare e si concentra al Nord sulle pendici del Pollino, nella zona di Saracena, nella valle del Crati e in quella dell’Esaro; sulla costa tirrenica intorno a Orsomarso a ovest;  sulle colline del nord Ionio a est; sulle colline di Cosenza, ai confini della valle del Savuto, a sud.
I nostri vigneti si trovano nella zona di Donnici (in  latino campi dominici), un piccolo borgo fondato alla fine del IX secolo, quando i cosentini abbandonarono la città per sfuggire alle incursioni saracene e si rifugiarono sulle  montagne circostanti.
Il territorio, posto sulla dorsale appenninica ai piedi dell’altopiano della Sila, è collinare con un un’altimetria media di circa 500 metri  sul livello del mare. Il clima è ” Mediterraneo fresco”, con autunni e inverni piovosi ed estati calde e asciutte. La temperatura media annuale è di 14,5 ° C.